Progetto Teatro Scuola: portato finalmente a termine il programma a Caselette

progetto scuole a teatro

Il Teatro per bambini e ragazzi può essere goduto o praticato. Nel nostro progetto rivolto alle classi dell’Istituto Comprensivo di Caselette, i ragazzi sono rimasti in platea, ma questo è solo il primo passo dell’educazione alla teatralità.

Si è concluso lunedì 30 maggio l’iter di appuntamenti a teatro organizzato dall’Associazione Messinscena rivolto alle classi dell’Istituto Comprensivo di Caselette.

Un progetto partito prima dell’inizio della Pandemia e che, per ovvi motivi, è stato interrotto e poi ripreso, per essere concluso come previsto.

Il Progetto Teatrale: le fasi, i destinatari e gli spettacoli

Abbiamo impostato il nostro progetto di teatro nelle scuole non come un laboratorio teatrale ma, piuttosto, come un percorso di avvicinamento al teatro, perché siamo convinti che, prima di fare teatro, si debba andare a teatro.

Progetto teatro scuola media secondaria

Gli alunni della scuola media di Caselette hanno assistito a due spettacoli, entrambi con tematiche importanti e di cui i ragazzi hanno potuto discutere prima e dopo le performances.

Il primo, andato in scena appena prima del lock down, ha visto protagonista Eleonora Frida Mino, con il suo: “Per Questo!”, uno spettacolo tratto dal libro di Luigi Garlando, in grado di toccare temi come il bullismo e la legalità.

Il secondo spettacolo a cui i ragazzi della secondaria hanno assistito è stato quello che ha chiuso il progetto: firmato Nata Teatro, “Zero” porta in scena la storia di un ragazzo che vive una vita totalmente alienata dalla realtà: un modo per affrontare il delicato confine tra virtuale e reale con cui molti ragazzi hanno dovuto fare i conti, soprattutto nei periodi più duri della Pandemia.

Scuole superiori a teatro
Zero

Progetto teatro scuola primaria 

Le classi della scuola primaria sono state suddivise in base all’età. I più piccoli hanno assistito a Ucci Ucci, uno spettacolo della Compagnia Stivalaccio Teatro, che ha raccontato la paura e il coraggio di restare uniti, con un linguaggio chiaro e famigliare anche ai più piccini.
I più grandi, hanno potuto assistere anche alla performance di Eleonora Frida Mino.

Progetto teatro a scuola dell’infanzia

Anche i più piccoli sono andati a teatro grazie alla scuola. Per alcuni è stata la prima volta, ma i colori e le emozioni trasmesse dagli interpreti di Ucci Ucci hanno letteralmente rapito l’attenzione anche dei piccolissimi.

materna a teatro
Ucci Ucci

Perchè crediamo nell’educazione teatrale e nei progetti teatrali a scuola

 Siamo convinti che il teatro rappresenti un importante strumento pedagogico, spendibile, con ottimi risultati anche nelle scuole. 
Ci piace pensare all’educazione teatrale come ad un tutt’uno, fatto, da una parte, delle conoscenze teoriche per vivere il teatro e dall’altra della possibilità di sperimentarsi sul palcoscenico.

Avvicinamento al teatro

In questo senso, l’educazione teatrale è, per noi, la presa di coscienza del teatro come arte. La storia, i generi i luoghi del teatro sono nozioni che vanno apprese con passione, ma anche imparare, ad esempio, come si sta a teatro, come ci si veste, e come riuscire a portare a casa il giusto bagaglio che uno spettacolo vuole trasmettere è essenziale.

L’alunno come spettatore, diventa il ricevente di un messaggio che, grazie al linguaggio teatrale, è passato in modo meno dogmatico e più emotivo.
Il nostro progetto ha previsto, dopo ogni spettacolo, la disponibilità degli attori a rispondere alle domande dei giovani spettatori, in modo da abbattere quella barriera fisica costituita dal palcoscenico.

Quattro chiacchiere con gli attori

Educazione alla teatralità

Eccoci dall’altra parte del sipario! Se assistere al teatro significa ricevere un messaggio, fare teatro, significa imparare ad esprimere un messaggio che può essere verbale o non verbale. Il canale, in questo caso, sono i laboratori teatrali, nelle scuole o durante i corsi di teatro che mirano ad insegnare tecniche per esprimersi al meglio, con corpo, voce ed espressioni. Non solo tecnica ma anche la capacità di lasciarsi andare e di essere se stessi viene trasmessa durante i laboratori teatrali e, anche se sembrerà strano, si tratta dell’abilità più difficile e più preziosa da acquisire, ad ogni età.

scopri il nuovo romanzo di alessandra cella

scopri il nuovo romanzo di alessandra cella