Paolo Migone in Provincia di Torino

Paolo Migone in Provincia di Torino
Foto G.Franceschina
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest

Foto di G.Franceschina

Come se fosse quello di Zelig o Colorado, il palcoscenico del Teatro di Caselette, il 1 Marzo, farà da scenario all’amatissima comicità di Paolo Migone. Nell’attesa di ospitarlo, gli abbiamo fatto alcune domande in esclusiva.

Durante il suo Recital, Migone riuscirà a ricreare un clima surreale, rendendo partecipe il pubblico che, alla fine, uscirà leggero e allegro dal labirinto della sua mente, a meno che non decida di entrare in uno nuovo. In attesa del 1 Marzo, Migone ha rilasciato una breve intervista all’Ufficio Stampa dell’Associazione Messinscena.
Ecco i punti salienti.

Domanda: Visto che il tuo successo si basa sulla contrapposizione tra mondo femminile e mondo maschile, saprai dirci cosa fa più ridere le donne e cosa fa più ridere gli uomini….
Migone: Le donne ridono di più quando ridicolizzo gli uomini sul tema del sesso –  Gli uomini quando parlo delle manie femminili riguardo a ordine e pulizia

Domanda: Anche Andrea Pucci ha costruito il proprio successo sulla stessa tematica. Eppure avete una comicità completamente diversa. Cosa rende unico il tuo personaggio?
Migone: Affronto le stesse tematiche ma con una visione più surreale

Domanda: Tua moglie e tua suocera come reagiscono alle tue “frecciatine” pubbliche?
Migone: Vi dico solo che durante uno spettacolo, avendo io calcato troppo la mano nel racconto, mia moglie con una parabola perfetta dalla quinta mi colpito con una bottiglia d’acqua piena 

Domanda: Tempo fa, rivelasti di aver brevettato un modo per dire bugie, prima a tua mamma e, poi, a tua moglie.  Secondo questo metodo, quale scusa inventeresti per lasciare il palco nel caso in cui ti trovassi davanti ad un pubblico completamente composto da donne?
Migone: “Scusate devo andare perché mi sono rimasti calzini e mutande da stirare!”

Domanda: Qui al a Caselette abbiamo due corsi di teatro: uno per adulti e uno per bambini. Ogni attore che ospitiamo lascia loro un breve consiglio. Puoi lasciare anche il tuo?
Migone: Per chi ha una passione grande e pensa di farne un mestiere io dico: affidatevi ai grandi maestri del teatro ….la gavetta insegna molto più che un successo immediato 

Informati su come acquistare i biglietti e non perdere Recital, di Paolo Migone