La commedia dell’arte a Torino con RassegnaT

teatro per famiglie in provincia di torino
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Dici commedia dell’arte e subito pensi a maschere e costumi. Un genere, questo, che, infatti, si associa al teatro del XVI Secolo ma che, ancora oggi, è molto in voga. Ecco di cosa si tratta e dove trovarlo a Torino.

 

Maschere e costumi pittoreschi certo, ma un punto, più degli altri, caratterizza in modo particolare il genere teatrale “commedia dell’arte” ed è la mancanza di un copione. Gli attori, infatti, in questo genere di interpretazione, non studiano una parte ma seguono solo un canovaccio di base, arricchito, poi, da una buona dose di improvvisazione.

La Commedia dell’arte: più che un genere, una modalità

Popolare fino al XVIII Secolo, La Commedia dell’Arte, non è un vero e proprio genere teatrale ma, piuttosto, una modalità di rappresentazione differente. Le performance, infatti, oltre a non richiedere un canovaccio, avvenivano in strada o in piazza, su palchi improvvisati. L’utilizzo di costumi colorati (vedi Plucinella, Arlecchino ecc) avevano l’obiettivo di distinguere gli attori dal pubblico. Col tempo, le compagnie, inizialmente poco strutturate, assunsero una composizione specifica: 8 uomini, 2 donne (grande novità, questa) e 1 capocomico.
Costumi, improvvisazione e irriverenza. Queste le parole chiave della Commedia dell’Arte, tutte messe in discussione dal Grande Goldoni che, nel 1750, scrisse il “Teatro Comico”, una sorta di manifesto del teatro riformato da contrapporre alla Commedia dell’Arte.


La commedia dell’Arte Moderna e Contemporanea

Nonostante la critica del grande Goldoni, la Commedia dell’Arte ha ritrovato il successo nel XX Secolo, grazie ad artisti come Giovanni Poli, Dario Fo e Franca Rame.
Ferruccio Merisi, con il suo Arlecchino Errante , ha dedicato e dedica la sua carriera alla Commedia dell’Arte, creando un festival dedicato ed una scuola con corsi di formazione e master per attori.

La Commedia dell’arte a Torino

Se dalla teoria vuoi passare alla pratica e sentirti parte di una rappresentazione teatrale afferente alla commedia dell’arte, RassegnaT 2020 ti offre ben due occasioni imperdibili firmate Stivalaccio Teatro .
Nell’edizione precedente della Rassegna, il pubblico torinese si è letteralmente innamorato di questa compagnia che ha proposto una reinterpretazione di Romeo e Giulietta (…l’Amore è Saltimbanco) ricca di improvvisazione e coinvolgimento degli spettatori.
L’appuntamento con la Commedia dell’Arte a Torino è doppio con RassegnaT 2020: