Il Metateatro: cos’è e perchè è così coinvolgente

Foto di Diego Feltrinfo

Il Metateatro è una tecnica usata moltissimo anche dai grandi autori. Ma in cosa consiste e perchè lascia sempre il pubblico a bocca aperta? Per assistere ad un esempio di Metateatro, non perdete “Romeo e Giulietta, La Commedia è Saltimbanco” in programma Sabato 6 Aprile a Caselette.

Definire il Metateatro non più semplice che capirlo durante una rappresentazione dello stesso. Si potrebbe, per parlare in modo più semplice, parlare di “teatro nel teatro”. 
Sì, perchè il Metateatro non è altro che una rappresentazione teatrale di una rappresentazione teatrale! In altre parole, si assiste alla preparazione di uno spettacolo teatrale prima, durante e dopo lo stesso, mentre gli attori sanno di essere attori e, spesso e volentieri, in forza di questa consapevolezza, possono abbattere il “muro” tra palcoscenico e platea, cosa che, in genere, è molto apprezzata dagli spettatori che si sentono parte integrante dello spettacolo.

Gli esempi più celebri di Metateatro.

Non occorre essere degli esperti di drammaturgia o di storia del teatro per farsi immediatamente sovvenire i grandi nomi che hanno scritto opere metateatrali.
Pirandello, con i suoi “Sei Personaggi in Cerca d’Autore”, “Questa Sera si Recita a Soggetto” e “Ciascuno a Modo suo” è tra i grandi autori che, più recentemente, hanno proposto il teatro nel teatro. Ma il Metateatro non è un’invenzione degli autori contemporanei: già Plauto lo utilizzava, anche se i nomi che più spesso si associano a questo genere di teatro sono Shakespeare e Godoni. Sogno di una Notte di Mezza Estate, La Bisbetica Domata e La Tempesta sono gli esempi più tipici di Metateatro nella letteratura Shakespeariana, anche se non tutti ricordano che il la seconda scena del terzo atto di Amleto tratta proprio di un gruppo di attori che propongono uno spettacolo.

Romeo e Giulietta La Commedia è Saltimbanco

Eh no, Romeo e Giulietta non c’entra nulla col metateatro. Anzi, è un dramma così vero e toccante che, se ben interpretato, gli spettatori, dimenticano di essere a teatro. “Romeo e Giulietta, La Commedia è Saltimbanco” di Stivalaccio Teatro, in programma il 7 Aprile 2019 al Teatro di Caselette, invece sarà una sorpresa metateatrale. Sì perchè, in realtà, il pubblico assisterà ad una prova aperta del dramma e, anzi, parteciperà, ancor prima, alla ricerca della Giulietta ideale, tra improvvisazioni, coinvolgimento del pubblico in sala e colpi di scena.

Non mancate, dunque, all’ultimo appuntamento con Rassegna-T 2019

Like this article?

Share on facebook
Share on Facebook
Share on twitter
Share on Twitter
Share on linkedin
Share on Linkdin
Share on pinterest
Share on Pinterest

Leave a comment

fondazione magnetto

© All rights reserved Associazione Teatrale Messinscena 2019