Rassegna-T Il Teatro è a Caselette sta per essere lanciata nella sua seconda edizione con molte grandi novità. Una delle principali riguarda l’importante sostegno offerto dalla Fondazione Mario ed Anna Magnetto.

Rassegna-T 2019: un progetto per il territorio, sostenuto dal territorio

Rassegna-T Il Teatro è a Caselette sta per annunciare tutti i dettagli sugli spettacoli in programma per la sua seconda edizione. Alcuni aspetti di questa edizione ricalcheranno le caratteristiche di quella passata, come la presenza di un comico di Zelig, di Matthias Martelli e quella di uno spettacolo del repertorio firmato Messinscena. Accanto alle costanti, ci saranno anche alcune novità tra cui, l’introduzione di un importante contributo: quello offerto dalla Fondazione Mario ed Anna Magnetto.
Così, oltre al prezioso patrocinio del Comune di Caselette, quest’anno, la rassegna teatrale del Teatro di Caselette potrà contare sul sostegno di questa solida fondazione valsusina.

Fondazione Mario ed Anna Magnetto

La fondazione Mario ed Anna Magnetto nasce dal desiderio di proseguire l’impegno sociale offerto in vita da Mario Magnetto al suo territorio. 
La Fondazione seleziona progetti che, poi, segue ne tempo, attraverso supporti diretti e contributi, interamente privati. 
I principali progetti sostenuti dalla Fondazione Mario ed Anna Magnetto rientrano nelle seguenti aree di azioni:

  • Salute: Sostegno a ricerca, prevenzione e assistenza nel campo delle malattie cardiovascolari e neurologiche.
  • Impresa: L’impresa come sistema che combina lavoro, voglia di fare, spirito innovativo e responsabilità.
  • Territorio: Conservazione, restauro e valorizzazione del territorio.
  • Infanzia: Sostegno ad attività pediatriche, forte interesse per la scuola primaria e l’assistenza ai bambini che vivono situazioni di disagio e disabilità.
  • Cultura: Sostegno, promozione e valorizzazione di iniziative culturali sul territorio.

L’associazione Culturale e Teatrale Messinscena, con Rassegna-T Il Teatro è a Caselette, è fiera di essere stata scelta, come promotrice di iniziative culturali sostenute da questa celebre fondazione operante da anni sul territorio della Val Susa.