La commedia dell’arte torna a Caselette con lo spettacolo di punta della Compagnia Stivalaccio Teatro, ospite fissa di RassegnaT

Il Malato immaginario: la trama

Chi non ha mai sentito parlare del Malato Immaginario di Molière? Almeno una volta, tutti hanno letto il racconto, hanno assistito ad una rappresentazione teatrale o, almeno, hanno visto il celebre film con Alberto Sordi.
A prescindere dal canale di fruizione, la storia è sempre la stessa, quella di Argante, un ricco signore francamente ipocondriaco circondato da medici e farmacisti truffaldini.
Le vicende di Argante si intrecciano con quelle della figlia Angelica, innamorata di Cleante, che il padre vorrebbe invece dare in sposa al figlio di un medico. Parallelamente, la moglie di Argante trama alle sue spalle e a quelle di Angelica per impossessarsi dell’intero patrimonio, ma Argante metterà tutti alla prova, per scoprire chi è sincero e chi no

Il Malato immaginario a Teatro con i ragazzi di Stivalaccio

Come sempre avviene nelle rappresentazioni di Stivalaccio Teatro, lo spettacolo inizia da un dietro le quinte che, in questo caso vede protagonista nientemeno che Molière in persona, quando il 17 febbraio del 1673,  a Palais Royal, si pensa di annullare lo spettacolo de “Il Malato Immaginario”. Nonostante il pessimo umore del Maestro, la Compagnia dello Stivale si batterà affinché lo spettacolo vada in scena. Ed è così che inizia la messa in scena della storia di Argante, tra avvenimenti sul palco e intorno al palco. Gioco, improvvisazione e imprevisti sono alla base di uno spettacolo all’insegna del metateatro.

Il Malato Immaginario a Torino…ops a Caselette!

Ancora una volta il Teatro di Caselette non si accontenta di spettacoli accettabili. Stivalaccio Teatro è, infatti una compagnia di professionisti che regala al pubblico della Val di Susa interpretazioni degne dei più grandi teatri d’Italia.
In questa interpretazione de “Il Malato Immaginario”, come spesso avviene negli spettacoli di Stivalaccio Teatro, i testi diventano, nuovamente, pre-testi, con cui giocare, improvvisare, cantare, mimare.
Vivo è il teatro, dunque, quando viva è la Commedia!!