Esercizi di dizione per eliminare la cadenza piemontese e l’accento Torinese

Gli esercizi per migliorare la dizione non servono solo agli attori. Falli in autonomia o iscriviti ad un corso di teatro

Pronunciare correttamente le parole, senza influssi dialettali, non è appannaggio esclusivo di attori professionisti.
Parlare in modo chiaro, scandito e neutro è un’abilità utile in qualsiasi ambito della vita.

Ecco come acquisirla con gli esercizi di dizione e con lo studio della pronuncia per perdere la cadenza dialettale.
Un corso di teatro può aiutarti a perdere l’accento piemontese e ad avere una comunicazione più efficace e, se ancora non bastasse, i corsi di dizione a Torino non mancano.

Esercizi per la dizione italiana

La dizione migliora sia con la teoria sia con la pratica.
Questo significa che, per parlare in modo corretto, sarà necessario sia studiare le regole, sia esercitarsi con esercizi per adulti e bambini.

Esercizi dizione: un ecosistema da allenare

Per una buona dizione, è necessario allenare tutti gli organi che entrano in gioco nel complesso processo della produzione del suono. Si tratta di apparato respiratorio e fonatorio, con tutti i muscoli e gli organi che vi rientrano.

Un primo passo per migliorare la dizione, dunque, è quello di lavorare sul respiro, migliorando la respirazione diaframmatica. Solo in un secondo momento, prima di entrare in scena o di fare un discorso importante, si possono fare degli esercizi atti a scaldare i muscoli e a scandire le parole. Ecco i principali:

  1. Esercizi per scaldare i muscoli della mandibola: utile è massaggiare questa parte del corpo e allenarla, aprendo e chiudendo la bocca
  2. Esercizi per le labbra: gli esercizi del bacio sono moto utili. Si tratta di mettere le labbra tese in avanti e poi muoverle a destra e a sinistra. Anche l’esercizio “Bacia e sorridi” aiuta molto a sciogliere e, per farlo, basterà alternare la posizione del bacio a quella del sorriso forzato.
  3. Esercizi per la lingua: i principali consistono nel leccarsi le labbra con la bocca aperta e nello schioccare la lingua.
  4. Leggere con la matita: recitare una parte o leggere un copione con una matita stretta tra i denti, aiuta far sentire il lavoro da compiere per pronunciare ogni suono e, senza matita, poi, tutto risulterà più intenzionale e meno meccanico
  5. Scioglilingua: ce ne sono tantissimi e anche molto divertenti. Uno dei preferiti della Compagnia Messinscena? “Ma che c’è” ripetuto in modo consecutivo tantissime volte e cambiando l’inflessione
dizione esercizi
Foto di Andrea Piacquadio da Pexels

Esercizi di dizione per bambini

Come sempre, l’apprendimento, per i bambini, risulta più facile che per gli adulti ed il potere dell’esempio è fondamentale. Dunque, prima ancora di proporre esercizi di dizione ai più piccoli è fondamentale parlare loro in modo corretto.

Per consentire ai bambini di imparare divertendosi, comunque, saranno utilissimi gli scioglilingua e le storielle che contengono parole pronunciate da manuale.

In base alla cadenza dialettale e ad eventuali difetti di pronuncia, si potrà lavorare con determinati esercizi.

La S è la consonante più “problematica” per i bambini, che spesso hanno difetti di mal occlusione dentale. In questi casi, ad esempio, l’esercizio del serpente è molto utile e divertente: consiste nel chiedere al bambino di unire le arcate dentali in un sorriso forzato e di emettere un sibilo: più lungo sarà il suono, più lungo sarà il serpente!

Testi per esercizi di dizione

Di testi teorici sulla dizione se ne trovano in abbondanza e si tratta soprattutto di manuali con regole di fonetica in cui si spiegano le differenze sui diversi accenti e su come applicarle. Anche i comuni dizionari di lingua italiana riportano tutti i vocaboli con gli accenti corretti e, conoscendo la materia, risulta facile leggere le parole correttamente.
Nel caso della dizione, però, risulta forse più utile il Dizionatore, ovvero un portale in che offre la possibilità di inserire qualsiasi parola o frase, restituendola, come farebbe un traduttore, con gli accenti corretti.

Dizione e accenti: eliminare la parlata piemontese con gli esercizi giusti

Si parte proprio dal presupposto che se non studi dizione la cadenza non la eliminerai mai”

– Oscar Ferrari –

Studio della dizione e perdita della cadenza, dunque, viaggiano di pari passo, fino al momento in cui si riesce a fare lo switch fra vita di tutti i giorni e palco, così da non risultare falsi nella prima e sporchi sul secondo.
C’è da dire che, grazie alla TV, le inflessioni dialettali sono, oggi, molto più tollerate di un tempo, ma, in ogni caso, chi tiene a parlare in modo corretto, dovrà eliminarle.

Ecco 10 preziosi consigli per eliminare la cadenza dialettale:

  1. Se si fa, smettere di parlare il dialetto
  2. Applicare gli esercizi base di dizione, visti sopra
  3. Allenarsi a leggere i testi in modo asettico, quasi meccanico
  4. Leggere i testi sillabando le parole, senza preoccuparsi del senso
  5. Aggiungere un “T” alla fine di ogni parola letta, per forzarsi a non mangiarsi le ultime lettere, cosa che avviene in molti difetti di pronuncia dovuti alle cadenze dialettali
  6. Leggere a denti stretti
  7. Prestare sempre attenzione alle doppie, mentre si fanno gli esercizi di lettura: in alcuni dialetti, infatti, le doppie vengono dimezzate, mentre in altri vengono triplicate!
  8. Pronunciare la S in modo corretto, senza farla suonare come una Z e la C senza confonderla col suono “SC”, errore che si fa in molti dialetti.
  9. Non allungare le vocali, soprattutto la E o la O
  10. Evitare il così detto raddoppiamento sintattico, ovvero quello in cui si unisce una preposizione alla parola che la segue raddoppiando la prima consonante delle stessa. 

Come suona e come si elimina la pronuncia piemontese

Come si imita un Piemontese?
Pronuncia vocali aperte e trascinate, con l’aggiunta abbondante di intercalari tipo “Ne” e parlerai come un vero sabaudo.  Ma, forse, se stai leggendo, non è perché vuoi imparare la cadenza piemontese ma perché vuoi liberartene…

Per l’eliminazione del dialetto piemontese, dunque, bisognerà concentrarsi sugli esercizi consigliati sopra, in particolar modo su quelli che interessano le vocali. Ad esempio, sarà molto utile provare a leggere senza vocali, perché l’inflessione dialettale è nelle vocali.

Correggere la pronuncia piemontese con un corso di teatro

Ti sei mai chiesto perché gli attori hanno una dizione perfetta? Beh, perché durante qualsiasi corso di recitazione si studia anche la dizione. Ecco perché, se vuoi eliminare il tuo accento piemontese facendo anche qualcosa che ti permetta una crescita personale, un corso di teatro fa al caso tuo.

scopri il nuovo romanzo di alessandra cella

scopri il nuovo romanzo di alessandra cella