Consigli per attori torinesi: i riti scaramatici a teatro

riti scaramantici a teatro
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Anche a teatro vigono delle regole non del tutto oggettive. Ecco alcuni consigli che, ci si creda o no, è meglio seguire, se non si vuole cadere in qualche strana maledizione teatrale. Oscar Ferrari ci racconta le origini dei riti scaramantici a teatro e come fare per rispettarli tutti.

 

In genere, quasi nessuno si definisce scaramantico, soprattutto in un ambiente, come quello teatrale, in cui il livello di cultura è molto elevato. Nonostante questo, gli attori si sottopongono costantemente a riti o si affidano a credenze che sono decisamente scaramantici. Alcuni di questi, hanno una storia, altri non hanno una spiegazione ma, conoscere il teatro, significa anche capire il perchè degli strani comportamenti che, spesso, prima degli spettacoli, gli attori adottano.

I riti scaramantici a teatro: cosa porta male

Spesso, più che cose da fare, ci sono cose assolutamente da non fare, prima di uno spettacolo teatrale. Ecco un elenco dei divieti più ferrei:

  • Fischiare: a teatro non si fischia perchè si crede che fischiando si allontanino i soldi
  • Sbirciare da dietro il sipario verso il pubblico
  • Salire sul palco direttamente dalla platea
  • I colori: indossare il colore viola, che è associato alla Quaresima, un periodo in cui, anticamente, non si poteva fare teatro, è vivamente sconsigliato. I colori da evitare a teatro cambiano a seconda del paese in cui si recita, infatti, ad esempio, in Inghilterra, è da evitare il blu, in quanto, nei secoli scorsi, i tessuti di colore blu erano molto pregiati e costosi e, di tanto in tanto, alcuni attori li indossavano per compiacere il pubblico, finendo, poi, in bancarotta. In Francia? No al verde, colore indossato da Molière il giorno della sua morte. In Spagna? Assolutamente vietato il giallo, colore del retro manto dei toreri che, quando qualcosa va storto, durante la Corrida, è l’ultimo colore visto dal matador.
  • Sentirsi dire “Auguri”  o “Buona fortuna” prima di uno spettacolo, porta malissimo!

I riti scaramantici a teatro: cosa porta bene 

Per fortuna, a teatro, ci sono anche dei buoni presagi o dei riti da compiere per attirare la buona sorte. Ad esempio, trovare un chiodo piegato in teatro, prima di uno spettacolo è, decisamente, un ottimo presagio perchè sta a simboleggiare la buona riuscita della performance.
Infine….

Perchè si dice “Merda, Merda, Merda?”

Perchè, prima dell’avvento delle automobili, a teatro si andava in carrozza, dunque, tante carrozze a teatro significava tanti spettatori ma anche tanti cavalli che lasciavano i loro escrementi. Per questo, prima di uno spettacolo, chiunque rivolge agli attori e gli attori stessi si dicono il celebre: “Merda, Merda, Merda”!

Chiedi informazioni sui nostri corsi di teatro